Andiamo avanti, sosteniamo Rousseau

La politica non è cosa da “bambini al parco che litigano e uno se ne va con la palla”! Vien quasi da ridere per una metafora del genere, se non ci fosse da piangere per l’occasione persa per tutti i cittadini che avrebbero volentieri votato M5S alle amministrative di Gallarate. Era un anno che noi cercavamo un punto d’incontro per fare una lista unica da presentare, e sarebbe stata sicuramente certificata dando ai gallaratesi l’opportunità di voltare pagina sul serio. Abbiamo anche chiesto a gran voce le comunarie, che sarebbero state la soluzione a questo problema di comunicazione.

Incolpare dell’accaduto i portavoce M5S eletti è paradossale, soprattutto dopo aver loro rinfacciato di essere stati aiutati nelle campagne elettorali in regione e parlamento. Nessuna poltrona che trema, hanno solo provato a facilitare il dialogo tra attivisti. Non c’è un vertice della piramide che impone le scelte ai livelli inferiori, non siamo un partito.

Questo a noi è sempre stato chiaro, evidentemente non lo è per chi ci insulta, calunnia, boicotta in ogni modo, e in più inganna i cittadini usando un simbolo in netto contrasto con i diritti d’autore di Beppe Grillo! Un palco molto triste quello di uno spettacolo teatrale usato per dare spago a polemiche inutili nelle quali non cadiamo: la sola cosa che conta è che purtroppo il M5S non sarà a Palazzo Borghi per altri cinque anni.
Noi di “Gallarate in MoVimento” siamo aperti a chi voglia portare moderazione, collaborazione e intenda ricostruire l’attivismo gallaratese. Apertura anche per chi fa parte dell’altro meetup e sia disposto a pensare al futuro invece che arroccarsi su posizioni ostruzionistiche. Tutti possiamo portare un enorme contributo alla città di Gallarate, ma uniti, altrimenti sarà di nuovo la festa di chi non aspettava altro che rimanessimo fuori da questo concorso elettorale.

Per individuare la nostra candidata abbiamo organizzato una votazione aperta, ma il nostro sogno è che col sistema operativo Rousseau si possa a breve procedere a votazioni on-line per selezionare i portavoce nei Comuni, come il M5S già fa alle regionali, nazionali e europee. A questo scopo invitiamo a sostenere con una donazione il progetto che Gianroberto Casaleggio aveva iniziato.

Attivisti di Gallarate in MoVimento

Precedente Alle urne esprimetevi secondo coscienza Successivo Gallarate: non si riesce proprio a trovare un Sindaco di TUTTI