edilizia scolastica a Gallarate e 8×1000…

8×1000 per l’edilizia scolastica a Gallarate

Il 25 settembre scorso con domanda protocollo n°38511 (a firma congiunta della Consigliera M5S in Regione Lombardia Paola Macchi) interrogammo l’Amministrazione di

Gallaratese sullo stato delle pratiche amministrative per gli adempimenti relativi alla fruizione dell’otto per mille destinati all’edilizia scolastica.

Il 26 ottobre abbiamo chiesto ulteriori delucidazioni sullo stesso oggetto con una e-mail indirizzata al Sig. Sindaco e al Sig. Presidente del Consiglio Comunale tramite la Segreteria Generale, ma ad oggi non risultano pervenute risposte.

IMG-20141204-WA0005

Vogliamo ricordare che grazie all’emendamento del Gruppo Parlamentare Movimento 5 Stelle all’art. 1 comma 206 Legge 27-12-13 n. 147 (Legge di stabilità 2014, Consiglio dei Ministri 23-07-14 e successivo DPR n°172 del 17-11-2014), in modifica della L. 222/1985 che disciplina la gestione statale dell’otto per mille dell’Irpef, da quest’anno è prevista la tipologia la destinazione all’edilizia scolastica includendo “ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento antisismico ed efficientamento energetico degli immobili di proprietà pubblica adibiti all’istruzione scolastica”.

Le Amministrazioni locali avevano tempo inizialmente fino al 30 settembre 2014 per presentare la richiesta ed essere eventualmente destinatari della ripartizione

dell’otto per mille ai fini sopra citati, termine poi rinviato al prossimo 15 Dicembre 2014. I Moduli per la richiesta sono reperibili anche sul sito web della Presidenza del Consiglio dei Ministri www.governo.it/Presidenza/DICA/index.html

Visto il tempo intercorso dalla nostra prima richiesta e l’assenza di risposte, è ancora nostra intenzione sapere se l’Amministrazione ha provveduto a richiedere l’accesso ai fondi statali dell’8 per mille viste le numerose opere programmate e in buona parte ultimate nel piano annuale dei lavori predisposto negli scorsi mesi, e nel caso per quali importi. Approfittiamo quindi per sollecitare nuovamente un tempestivo intervento così che l’Amministrazione possa presentare al Governo la richiesta di accesso ai fondi in oggetto entro i termini previsti nel caso non abbia ancora provveduto. È risaputo che diversi edifici scolastici necessiterebbero di manutenzione e messa in sicurezza e non vorremmo far sfuggire alla nostra città un’occasione simile.

Attivisti del gruppo “Gallarate in MoVimento”

Precedente Via Mastalli: al via la bonifica... Successivo AMSC: un futuro possibile oltre le dismissioni?